Cosa vedere

San Vito Lo Capo è una nota località balneare, in provincia di Trapani, premiata nel 2011 per la sua splendida spiaggia (1° in Italia, 8° in Europa).
Qui si trovano spiagge libere sabbiose e rocciose, mare cristallino, porto turistico, bar, pub, ristoranti, discoteche e tutto ciò di cui si ha bisogno per trascorrere momenti indimenticabili.
Per gli amanti dell’arte e dell’archeologia è possibile visitare:

  • Il “Santuario”, antica fortezza trecentesca dedicata a San Vito martire, patrono del borgo marinaro;
  • Il faro, uno dei simboli di San Vito Lo Capo, costruito durante il Regno Borbonico nel 1854. Di notte la sua luce supera le 20 miglia marine ed è per questo considerato uno dei più importanti in Sicilia;
  • La Cappella di Santa Crescenza, di origine arabo-normanna;
  • La “Tonnara del Secco” del IV sec. a.C, non più attiva dal 1969, in cui è possibile ancora oggi ammirare i resti di antichissimi impianti di lavorazione del pesce. Di recente set cinematografico del film “Giro di boa del Commissario Montalbano”;
  • “Torre Sceri”, “Torre Isulidda”, “Torre Mpisu”, “Torre Uzzo”, antiche torri di avvistamento costruite nel ‘400 per monitorare le incursioni dei pirati;
  • La “Grotta dei cavalli”e la “Grotta dell’Uzzo”, all’interno delle quali è possibile osservare incisioni preistoriche. In particolare nella “Grotta dei Cavalli” sono state rinvenute pitture neolitiche di colore rosso, mentre nella “Grotta dell’Uzzo” oltre a graffiti ed incisioni sono stati ritrovati frammenti di vasi, selci, ossidiana, insieme a dodici scheletri umani e ossa animali.
  • Il Museo del mare, di recente realizzazione, che contiene una serie di reperti risalenti all’età Punica, Greca e Romana.

 

 

Privacy Policy